1

Il complesso equilibrio tra i principi generali in materia di sanzioni doganali, tra evoluzione normativa e giurisprudenza della Corte di giustizia

Abstract

L’articolo è volto a ricostruire lo stato dell’arte della normativa e degli orientamenti pretori in tema di sanzioni doganali, esaminando più specificamente la recente evoluzione della giurisprudenza della Corte di giustizia in materia. In tale ambito, il ruolo della Corte di Lussemburgo rimane infatti centrale, atteso che il vigente Codice doganale dell’Unione (CDU) continua ad ancorare la relativa disciplina ai noti principi di effettività, proporzionalità e dissuasività delle sanzioni. Il contributo, premessa una generale analisi del vigente quadro normativo e dei consolidati orientamenti giurisprudenziali, esamina le principali sentenze rese in seguito all’entrata in vigore del CDU, cercando di evidenziare gli approcci adottati dalla Corte nel bilanciamento tra le concorrenti esigenze sottese ai profili sanzionatori della materia doganale. Sarà infine verificato se e quale spazio possa essere assegnato, nell’operazione di bilanciamento qui accennata, alle disposizioni della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea (CDFUE).

Per leggere l’intero articolo, clicca qui.

Abstract (ENG)

The article analyses the current legal framework and the well-established jurisprudence of the Court of Justice of the European Union (CJEU) dealing with the issue of customs infringements and sanctions, focusing on the latter’s recent developments. The unavoidable role of the CJEU in this field is confirmed in light of the reference, contained in the Union Customs Code (UCC), to the well-known principle establishing that Member States must provide for effective, proportionate and dissuasive penalties for failure to comply with the customs legislation. The contribution, after presenting the current legal framework and the case-law guiding its application, deals primarily with the cases decided by the Court of Justice after the entry into force of the UCC. It examines the judicial approach adopted in balancing the competing objectives pursued through the customs penalties legislation. Furthermore, it will be verified if the provisions of the EU Charter on Fundamental Rights (EUCFR) can play a role in shaping said balancing process among the general principles relevant to the field of customs sanctions.

To read the full article, click here.