L’influenza del diritto dell’Unione europea sulla sicurezza nazionale: l’art. 4, par. 2, TUE alla prova della recente giurisprudenza UE tra l’altro in materia di privacy

Through the analysis of the recent case-law of the CJEU (in particular SpaceNet, VD e SR, G.D., La Quadrature du Net, Privacy International, Schrems II, B. v. Latvia and B.K. v. Slovakia) the present article aims at better understanding the scope and meaning of Article 4, par. 2, TUE. On that basis, it assesses if, and to which extent, EU law - and in particular EU data protection law (GDPR and e- [...]

continua a leggere »

La Direttiva sul salario minimo: un passo in avanti nonostante i limiti imposti dal Trattato all’azione del legislatore dell’Unione in materia di retribuzioni

Il 19 ottobre 2022, Parlamento europeo e Consiglio hanno adottato la Direttiva 2022/2041 relativa a salari minimi adeguati nell’Unione europea. L’atto, adottato sulla base dell’art. 153(2), lettera b) e dell’art. 153(1), lettera b), TFUE, costituisce un importante tentativo del legislatore europeo di rafforzare la dimensione sociale dell’impianto costituzionale europeo, così come previs [...]

continua a leggere »

La partecipazione esterna al mercato interno: ripensare ai modelli di cooperazione economica in Europa con Stati che non intendono aderire al progetto europeo

L’uscita dall’Unione europea del Regno Unito ha costretto le Istituzioni europee a ripensare a strumenti e principi che informano la cooperazione economica con Stati confinanti che non intendono aderire al progetto europeo. L’adesione allo Spazio economico europeo, a cui partecipano L’Unione, i suoi Stati membri e gli Stati membri dell’EFTA (Islanda, Liechtenstein e Norvegia), ad eccezio [...]

continua a leggere »

La disciplina del mercato delle cripto-attività nella proposta di regolamento dell’Unione europea

L’Unione europea è il primo ordinamento giuridico a fornire un quadro normativo completo per le cripto-attività. La relativa proposta di regolamento (MiCA) definisce, nello spazio UE, un quadro giuridico per lo sviluppo dei mercati delle cripto-attività, stabilendo requisiti normativi per l’offerta pubblica, la commercializzazione di cripto-attività e la fornitura di servizi ad esse colleg [...]

continua a leggere »

Self-preferencing as an independent abuse: still clouds on the horizon

In Google v. Commission the General Court qualified «self-preferencing» as an independent category of abuse within the meaning of Article 102 TFEU. Given the uncertainties surrounding the concept of «self-preferencing» in EU competition law, which lies at the heart of the recent investigations opened by the European Commission against digital platforms, the judgment will certainly represent a [...]

continua a leggere »

The ESM Pandemic Crisis Support Facility: Fallen into Oblivion?

To counterbalance the economic and social effects of the Covid-19 pandemic crisis, the European Union has predisposed a far reaching plan for support and recovery. One of the distinguishing features of this plan is the Pandemic Crisis Support facility. Under this facility, the European Stability Mechanism is enabled to provide resources without macroeconomic conditionality in favour of direct and [...]

continua a leggere »

L’Unione europea sotto (cyber)attacco: strategie e prospettive in tema di ciberresilienza e cibersicurezza

“L’Europa deve guidare la transizione verso un nuovo mondo digitale”, così si esprimeva Ursula von Der Leyen nella propria agenda politica per il quinquennio di Commissione 2019-2024. Tre anni più tardi, a metà del proprio mandato, e in occasione del discorso sullo stato sull’Unione del 2022, la Commissione ha annunciato una proposta di regolamento in tema di c.d. ciberresilienza. La pr [...]

continua a leggere »

Il coordinamento tra HERA e HaDEA: la via obbligata nella risposta efficace agli effetti traumatici delle emergenze transfrontaliere sulla salute mentale?

Il coordinamento nell’azione delle agenzie europee è un nervo scoperto nel diritto dell’Unione. La questione sta emergendo anche rispetto alle emergenze sanitarie transfrontaliere dove approvvigionamento delle contromisure mediche e cura delle conseguenze traumatiche sulla salute mentale e sul benessere delle persone sono prevalentemente sotto la responsabilità di autorità diverse. In qu [...]

continua a leggere »

Brexit means Brexit… anche per gli avvocati

Il 20 giugno 2022 il Tribunale dell’Unione europea ha pronunciato un’ordinanza, nel caso T-449/21, Natixis c. Commissione europea, che riporta all’attenzione i limiti sorti per gli avvocati del Regno Unito quanto alla possibilità di patrocinare presso la Corte di giustizia dell’Unione europea (“CGUE”) a seguito della Brexit. La società Natixis, con sede a Parigi, con ricorso del 30 [...]

continua a leggere »

continua a leggere »