Brexit means Brexit… anche per gli avvocati

Il 20 giugno 2022 il Tribunale dell’Unione europea ha pronunciato un’ordinanza, nel caso T-449/21, Natixis c. Commissione europea, che riporta all’attenzione i limiti sorti per gli avvocati del Regno Unito quanto alla possibilità di patrocinare presso la Corte di giustizia dell’Unione europea (“CGUE”) a seguito della Brexit. La società Natixis, con sede a Parigi, con ricorso del 30 [...]

continua a leggere »

Uno, nessuno e centomila. I criteri di operatività del principio ne bis in idem

La lunga storia del principio di ne bis in idem è stata caratterizzata da profonde antinomie giurisprudenziali, che hanno visto a confronto la Corte EDU, la Corte di giustizia e, non di rado, le Corti nazionali. Il confronto ha riguardato principalmente entrambi gli elementi che compongono il principio in parola, ovvero il bis e l’idem. Di recente, la questione dei criteri che sovraintendono l [...]

continua a leggere »

Il c.d. “caso Sharpston” e il difficile bilanciamento tra indipendenza del giudice e membership dell’Unione europea

Abstract (ITA) I ricorsi che hanno riguardato l’ormai ex avvocato generale Eleanor Sharpston hanno rappresentato, nell'ultimo anno e mezzo, uno degli snodi più importanti per la vita istituzionale dell’Unione europea. La cessazione anticipata del mandato dell’ultimo membro britannico della Corte di giustizia, sancita attraverso l’intervento dei rappresentanti degli Stati membri all'indom [...]

continua a leggere »

Indipendenza del pubblico ministero e cooperazione internazionale in materia penale nello scenario giuridico europeo

Nel dibattito giuridico europeo si osserva la crescente attenzione dedicata al pubblico ministero nell’ambito dei procedimenti penali transnazionali come testimoniano le pronunce emesse tra il 2019 ed il 2020 dalla Corte di Lussemburgo, intervenuta per chiarire se alcune Procure europee offrano garanzie di indipendenza dal potere esecutivo sufficienti per poter emettere o eseguire un mandato d [...]

continua a leggere »

La nozione di tribunale costituito per legge nella giurisprudenza della Corte europea dei diritti dell’uomo e della Corte di giustizia dell’Unione europea: considerazioni alla luce di alcune recenti sentenze

Nel corso del tempo e, soprattutto, in anni recenti, sia la Corte di giustizia dell'Unione europea, sia la Corte europea dei diritti dell'uomo hanno avuto modo di occuparsi di questioni connesse all'indipendenza e all'imparzialità del potere giudiziario. Invece, la costituzione per legge, intesa quale diritto fondamentale e requisito degli organi giudiziari riconosciuto sia dall'articolo 47 della [...]

continua a leggere »

Exit tax e libertà europee alla luce della recente giurisprudenza della Corte di Giustizia UE in relazione ai rapporti tra Unione europea e Svizzera

Il presente contributo ha ad oggetto il prelievo fiscale a titolo di exit taxation al fine di evidenziarne le principali caratteristiche. Infatti, le peculiarità che caratterizzano l'exit taxation sono un elemento grazie al quale è possibile comprendere le criticità connesse a questa forma di tassazione rispetto al diritto europeo. La tassazione in uscita rappresenta un serio ostacolo ad alcun [...]

continua a leggere »

EU’s restrictive measures in Ukraine before the CJEU: taking stock

Le misure restrittive, che sono uno strumento utilizzato per indurre un cambiamento nella politica o nella condotta di un Paese, di un’entità (società) o di un individuo in contrasto con gli obiettivi e i valori dell’UE, non sono sistematicamente e completamente regolamentate dal diritto dell’Unione europea. Infatti, le norme che disciplinano tali misure sono collocate in parte nel TUE, in [...]

continua a leggere »

Some reflections on European Court Procedure. A Practical Guide (Hart Publishing, 2020, pp. XLVIII-730) by Viktor Luszcz

The volume offers a detailed analysis of the Court’s procedural law. It is a well-conceived, soundly structured and accessible work which guides the reader, typically practicing lawyers and specialized academics, through the mazes of EU procedural law. It is based on an exhaustive examination of the abundant normative apparatus (both hard and soft law) and of the impressive pertinent case law. A [...]

continua a leggere »

Un colpo al cerchio e uno alla botte: il Tribunale conferma l’approccio della Commissione relativo al controllo ex art. 107 TFUE sui tax rulings ma annulla la decisione Apple

L’articolo analizza la sentenza del Tribunale della CGUE relativa al caso Repubblica d’Irlanda e Apple c. Commissione, cause riunite T-778/16 e T-892/16, del 15 luglio 2020. Sebbene nessuno dubiti che le riduzioni degli oneri fiscali concessi dagli Stati membri alle multinazionali possano costituire aiuti di Stato, nella particolare ipotesi delle decisioni fiscali anticipate, come quelle rela [...]

continua a leggere »

Le vittime di reati intenzionali violenti hanno diritto ad un indennizzo equo ed adeguato anche nelle situazioni puramente interne. Brevi note alla sentenza della Corte di giustizia nella causa C-129/19, Presidenza del Consiglio dei ministri c. BV

1. Con la sentenza del 16 luglio 2020, nella causa C-129/19, Presidenza del Consiglio dei ministri c BV, la Grande Sezione della Corte di giustizia si è pronunciata sull’interpretazione della direttiva 2004/80/CE del 29 aprile 2004, relativa all'indennizzo delle vittime di reato (in prosieguo: “la Direttiva”), il cui art. 12, par. 2, (in prosieguo: la “disposizione controversa”) impone [...]

continua a leggere »