Il ruolo dei giudici nazionali nel sistema di controllo della validità degli atti dell’Unione europea: una questione di architettura costituzionale europea?

L’articolo analizza la giurisprudenza della Corte di giustizia dell’Unione europea in materia di locus standi dei privati nel sistema di controllo della validità degli atti dell’Unione europea e i reciproci rapporti tra rinvio pregiudiziale di validità e ricorso di annullamento. In quest’ottica si è tentato di verificare l’adeguatezza del rinvio pregiudiziale di validità a garantire l’effettività della tutela giurisdizionale ai privati e il ruolo dei giudici nazionali nel partecipare alla funzione di controllo della legittimità degli atti dell’Unione. L’analisi condotta consente all’autore di ricostruire un sistema giurisdizionale multilevel in cui la Corte di giustizia tende ad affermarsi come giudice costituzionale dell’ordinamento dell’Unione.

Per leggere l’intero articolo clicca qui.

The article analyses the case-law of the Court of Justice of the European Union on the locus standi of individuals in the judicial review system of the EU acts and the relationships between action for annulment and reference for a preliminary ruling on validity. In this light, the paper aims to verify the adequacy of the preliminary ruling on validity to guarantee an effective judicial protection for individuals and the role of national courts in the EU judicial review system. The analysis allows the author to reconstruct a multilevel judicial system in which the Court of Justice tends to make itself as a constitutional judge of the European Union system.

To read the full article, read here.

image_pdfimage_print

facebooktwittergoogle_plusmailfacebooktwittergoogle_plusmail