Crisi ucraina e nuovo Quadro temporaneo in materia di aiuti di Stato

Il 23 marzo 2022 la Commissione ha adottato il “Quadro temporaneo di crisi per misure di aiuto di Stato a sostegno dell’economia a seguito dell’aggressione della Russia contro l’Ucraina”. Si tratta di una comunicazione volta a rendere pubblici i criteri in base ai quali la Commissione statuisce sulla compatibilità degli aiuti anticrisi con il mercato interno, al fine di orientare le amministrazioni nazionali nell’applicazione delle regole europee sostanziali e procedurali in materia di aiuti di Stato in questo particolare momento storico. Al contempo, il nuovo Quadro temporaneo mira a fornire un approccio coordinato, diretto a garantire l’integrità del mercato interno, evitando fenomeni di corsa alle sovvenzioni ed abusi nella gestione delle stesse. Il presente contributo si propone di descrivere questo nuovo regime temporaneo e di inquadrarlo all’interno della disciplina europea in materia di aiuti di Stato. La trattazione è volta innanzitutto ad evidenziare come il nuovo Quadro temporaneo si ponga in linea di continuità con la tendenza della Commissione ad anticipare l’esercizio della propria discrezionalità nella valutazione di compatibilità degli aiuti di Stato con il mercato interno ad un momento antecedente rispetto a quello della decisione individuale sulla compatibilità degli stessi. In seconda battuta, l’analisi mira a far emergere come il nuovo Quadro temporaneo accentui ulteriormente la “dimensione proattiva” della politica europea degli aiuti di Stato. Quest’ultima, infatti, non è più volta soltanto a salvaguardare la libera concorrenza nel mercato interno, ma appare altresì funzionale ad indirizzare la politica economica degli Stati membri verso la realizzazione di interessi generali, anche di natura non economica.

 

On 23 March 2022 the European Commission adopted a communication on the “Temporary Crisis Framework for State Aid measures to support the economy following the aggression against Ukraine by Russia”. This interpretative instrument clarifies the criteria applied by the Commission to assess the compatibility of State Aid measures with the Internal Market, with the aim of orienting Member States in the application of State Aid rules in the present exceptional situation. At the same time, the new Temporary Framework introduces a number of safeguards, in order to preserve the level playing field in the Single Market. The present paper analyzes this new temporary regime and recalls the relevant EU Treaty provisions, so as to highlight two main emerging trends in the application of EU State Aid rules. Firstly, the new Temporary Framework appears to be in line with the Commission’s tendency to anticipate the exercise of its discretionary power at a time prior to the decision on the compatibility of individual State Aid measures with the Internal Market. Secondly, the new Temporary Framework emphasizes the “proactive role” played by EU State Aid rules. Indeed, although designed to avoid distorsions of competition within the Internal market, the latter seem to steer Member States economic policies towards the achievement of objectives of common interest, such as environmental protection.

Per leggere l’intero contributo / to read the full article : M. Previatello – Crisi ucraina e nuovo Quadro temporaneo in materia di aiuti di Stato

Print Friendly, PDF & Email

facebooktwittergoogle_plusmailfacebooktwittergoogle_plusmail