Eurojus.it

La rifusione del regolamento europeo sulle procedure di insolvenza

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale dell’Unione europea (L 141 del 5 giugno 2015, p. 19 ss.) il regolamento n. 2015/848 del Parlamento europeo e del Consiglio del 20 maggio 2015 relativo alle procedure di insolvenza (rifusione). Il nuovo regolamento, che sostituisce quello attualmente vigente n. 1346/2000, si applicherà, ai sensi degli artt. 84 e 92, alle procedure di insolvenza aper [...]

continua a leggere »

L’uso del termine “unionale” anziché “dell’Unione” (o “comunitario”), ovvero quando le parole sono importanti

Ai più potrà essere sfuggito, ma per gli addetti ai lavori si tratta di una questione ormai nota. Sempre più spesso, negli ultimi tempi, si incontra nelle traduzioni italiane di atti giuridici dell’Unione il termine “unionale”, ad indicare ciò che – prima del Trattato di Lisbona – veniva designato con l’aggettivo “comunitario”. Un esempio per tutti è la recente proposta di Re [...]

continua a leggere »

Diritti di indagati e imputati nei procedimenti penali: le prime conclusioni dell’Avvocato generale in materia

Sono state pubblicate lo scorso 7 maggio 2015 le conclusioni dell’Avvocato generale, Yves Bot, relative al primo rinvio pregiudiziale (causa C-216/14) avente ad oggetto l’interpretazione delle direttive 2010/64/UE e 2012/13/UE, rispettivamente concernenti il diritto all’interpretazione e alla traduzione e il diritto all’informazione nei procedimenti penali. Si tratta di due strumenti norma [...]

continua a leggere »

Governance macroeconomica, nuova gestione dei flussi migratori e contrasto ai foreign fighters: le priorità definite nella relazione programmatica 2015

Nell’ambito della riforma delle “norme generali sulla partecipazione dell'Italia alla formazione e all'attuazione della normativa e delle politiche dell'Unione europea” attuata, con legge 24 dicembre 2012, n. 234, al fine di rendere più puntuale e coerente la partecipazione del nostro Paese al procedimento normativo in seno all’Unione europea e l’adeguamento agli obblighi imposti dalla [...]

continua a leggere »

Nuova agenda europea sulla sicurezza

Il 28 aprile scorso la Commissione, sulla base dell’impegno assunto dal Presidente Jean-Claude Juncker negli Orientamenti politici, proposti in data 14 luglio 2014 in qualità di candidato alla Presidenza, ha presentato al Parlamento europeo in sessione plenaria una nuova agenda per affrontare le minacce alla sicurezza interna dell’Unione europea, nel periodo 2015-2020. Tale documento sosti [...]

continua a leggere »

Adottato il decreto sulla modalita’ di redazione della tabella di corrispondenza relativa ai progetti di atti legislativi dell’ UE: possibili interrelazioni con la tabella di concordanza prevista all’art. 31 L 234/12

Nel quadro degli interventi che, a seguito della promulgazione della l. 234/12, sono volti a garantire una più efficace partecipazione dell’Italia alla formazione ed al recepimento del diritto dell’Unione europea, si inserisce anche il DPCM del 17 marzo scorso, che disciplina le modalità con cui le amministrazioni con competenza prevalente nella materia oggetto di regolamentazione/disciplina [...]

continua a leggere »

Quale futuro per l’adesione alla CEDU dopo il parere negativo della Corte? Il negoziatore dell’UE prende tempo

All’indomani del parere 2/13  dello scorso 18 dicembre, con il quale la Corte di giustizia si è pronunciata negativamente in merito al progetto di adesione dell’Unione europea alla Convenzione europea dei diritti dell’uomo (CEDU) siglato il 5 aprile 2013, restano numerosi interrogativi, in particolare con riferimento al futuro di un’adesione della cui opportunità si discute da decenni e [...]

continua a leggere »

Tax ruling: stretta della Commissione contro l’elusione dell’imposta sulle società

Tenendo fede alle dichiarazioni di intenti rese nella Comunicazione del dicembre 2012 “An Action Plan to strengthen the fight against tax fraud and tax evasion” e facendo seguito alle Conclusioni del Consiglio Europeo del 18 dicembre 2014, il 18 marzo scorso la Commissione europea ha presentato una proposta legislativa consistente in un pacchetto di misure finalizzate a contrastare la frode e [...]

continua a leggere »

Il caso Dole: lo scambio di informazioni come restrizione per oggetto ex art. 101 TFUE

Che lo scambio di informazioni fra imprese possa talvolta suscitare preoccupazioni concorrenziali non è certo una novità nell’ambito del diritto antitrust dell’Unione (v. già questa Comunicazione del 1968). Tale fattispecie continua tuttavia a rappresentare un tema controverso: non solo per i diversi approcci seguiti dalle varie Autorità antitrust (anche nell’ambito della Rete), ma sopra [...]

continua a leggere »

L’ebook non è un libro

La politica fiscale in materia di libri elettronici introdotta in Francia e Lussemburgo dal 2012 è in contrasto con le regole della concorrenza. Così è quanto stabilito da due recenti sentenze della Corte di giustizia del 5 marzo scorso (causa C-479/13 e C-502/13). Le sentenze riguardano Francia e Lussemburgo, che hanno fissato rispettivamente un’aliquota ridotta pari al 5,5% e al 3% per i [...]

continua a leggere »