Eurojus.it
 
I più letti del mese

La direttiva 2017/541/UE e il difficile

1. Premessa. I diffusi attacchi perpetrati dal terrorismo di matrice jihadista in ogni parte del mondo, diventati più frequenti negli ultimi anni a causa dell’ascesa del Daesh (l’organizzazione terroristic

60 anni di Unione europea. Ricordare il passato per immaginare il futuro.

Come annunciato su questa Rivista, lo scorso 5 maggio si è tenuto, presso la Facoltà di Scienze politiche economiche e sociali, il convegno 60 anni di Unione europea. Ricordare il passato per immaginare il futuro, organizzato dal Centro di Documentazione Europea, in collaborazione con il Centro d’eccellenza Jean Monnet ed il Dipartimento di Studi internazionali, giuridici e storico-politici dell’Università degli Studi di Milano. I relatori, illustrando l’origine, le radici e l’evoluzione dell’integrazione europea, si sono interrogati sulle recenti sfide e sul futuro dell’Unione, apportando un importante contributo all’analisi e alla comprensione del momento attuale, per certi aspetti di crisi, ma allo stesso tempo foriero di nuove opportunità.

Eurojus promuove, con un numero speciale, la pubblicazione delle relazioni tenute al convegno, per diffondere i risultati dell’ importante giornata di studi, nonché alimentare un dibattito costruttivo sul futuro dell’Unione europea.

La redazione.

Le procedure decisionali d’urgenza dell’Unione europea in tempi di crisi

Introduzione Dopo 60 anni di integrazione, l’Unione europea ha raggiunto un punto critico caratterizzato da situazioni complesse: l’Unione si trova, infatti, a confrontarsi con nuove sfide, che talvolta richiedono reazioni immediate, anche in via d’urgenza, come la crisi economica, i flussi migratori senza precedenti, gli attacchi terroristici. Indubbiamente queste situazioni hanno imposto all’Unione un nuovo […]

La tutela del consumatore nell’ applicazione delle norme di concorrenza dell’Unione

1. In occasione di questo convegno celebrativo mi sono chiesto se e come sia cambiato in questi 60 anni il rapporto tra il consumatore e il diritto della concorrenza e lo spunto è venuto provando ad immaginare gli effetti che la direttiva 2014/104/UE (per un’analisi del testo della direttiva si rimanda al contributo pubblicato in […]

La vicenda Taricco e il (possibile) riconoscimento dell’identità nazionale quale conferma del primato del diritto dell’Unione europea*

1. Il primato del diritto dell’Unione e alcune recenti reazioni centrifughe degli Stati membri. Passando in rassegna le più recenti e più note prese di posizione delle supreme corti nazionali in merito ai rapporti inter-ordinamentali a “vantaggio” del diritto nazionale su quello dell’Unione, si ricorda il Tribunal constitucional de España che, nel 2011, nel rinvio […]

L’assistenza consolare (e diplomatica?) del cittadino dell’Unione negli Stati terzi: prospettive attuali e future

1. Introduzione Dalla sua istituzione, col trattato di Maastricht, ai giorni nostri, l’idea e il significato di una cittadinanza europea, nonché i diritti che da essa discendono, sono divenuti un patrimonio comune dei cittadini europei. Come ricordato anche dal Commissario europeo per la giustizia, la tutela dei consumatori e le pari opportunità, Věra Jourová, nella […]

I diritti nell’Europa che vorremmo

1. Le ragioni di un realismo europeo. Nell’attuale contesto il progetto di integrazione europea è ancora conciliabile con la dimensione sociale o il prezzo che i cittadini stanno pagando in nome della stabilità del sistema economico sta divenendo troppo elevato e tale da porre in discussione lo stesso sistema dell’Unione? Per rispondere a tale quesito […]

Iniziative secessioniste, Stato costituzionale di diritto e accesso-recesso dall’Unione europea*

1. Verso un “nuovo” referendum d’indipendenza in Scozia? Lo scorso 28 marzo 2017, il Parlamento di Edimburgo, su proposta del Primo Ministro scozzese Nicola Sturgeon, ha approvato la mozione n° S5M-04710 nella quale, affermatosi il diritto sovrano del popolo scozzese a determinare la forma di governo più adatta al soddisfacimento dei suoi interessi, il Governo è […]

La politica europea delle telecomunicazioni (comunicazioni elettroniche): la nuova sfida della net-neutrality

 1. Il progressivo intervento comunitario nel settore delle telecomunicazioni. Il Trattato di Roma del 1957 non conteneva alcun riferimento alle telecomunicazioni. Gli Stati fondatori avevano deciso di «escludere le telecomunicazioni (insieme alle altre utilities), ben consci del loro ruolo strategico, dall’ambito d’azione della nascente Comunità economica europea» (v. M. Thatcher, Unione Europea: lo scambio tra […]

La libera circolazione delle persone nell’Unione: ritorno alle origini

1. Chi ha paura della libera circolazione delle persone? La cittadinanza dell’Unione, come status al quale sono connessi particolari diritti, è stata introdotta nel diritto primario con il Trattato di Maastricht. Già in precedenza, però, era invalso nell’uso il ricorso a formule quali “cittadinanza comunitaria” per designare la condizione dei cittadini degli Stati membri regolata […]

Europa sociale e mercato interno: convergenza o contrasto?

1. Una contrapposizione “genetica” nella dichiarazione di Roma del 25 marzo 2017? Fra gli obiettivi che i 27 leader degli Stati membri e delle istituzioni dell’Unione si impegnano (non già, semplicemente, a realizzare ma) ad adoperarsi per realizzare figura, al punto 2 dedicato a «un’Europa prospera e sostenibile», un mercato unico «forte, connesso e in […]

Alla ricerca di un equilibrio tra interessi economici e tutela dell’ambiente nella politica commerciale dell’Unione europea

1. Introduzione Una delle principali innovazioni introdotte dal Trattato di Lisbona del 2007 riguarda la portata della competenza esclusiva dell’Unione europea (UE) in materia di politica commerciale. Dal 2009 questa infatti si estende non solo al commercio di beni, ma anche allo scambio di servizi, agli aspetti commerciali dei diritti di proprietà intellettuale e agli […]