The Liberalization of Water Services under EU Law and the Human Right to Water


Sommario: L’articolo approfondisce il tema del rapporto tra la liberalizzazione dei servizi idrici all’interno dell’Unione europea e la protezione del diritto umano all’acqua. Descrive il quadro giuridico dei cosiddetti servizi di interesse economico generale (SIEG) al fine di valutare la possibilità di migliorare la protezione del diritto all’acqua mediante la legislazione secondaria dell’UE e di armonizzare la tutela del diritto all’acqua con le regole del mercato interno. In primo luogo, suggerisce come prevenire eventuali conflitti normativi ricorrendo alle eccezioni di cui godono i SIEG rispetto alle norme dell’Unione in materia di concorrenza, libertà del mercato interno e appalti pubblici. In secondo luogo, considera le tecniche interpretative suscettibili di evitare l’insorgere di obblighi configgenti derivanti dal diritto all’acqua e da alcune disposizioni secondarie dell’UE in materia di costi dei servizi idrici. In terzo luogo, valuta la possibilità di ricostruire una relazione sistemica di priorità tra il diritto all’acqua e il diritto derivato dell’UE in conflitto con esso. Infine, fornisce una breve descrizione della direttiva sull’acqua potabile, in corso di revisione, avente lo scopo di migliorare il rispetto del diritto all’acqua all’interno dell’Unione.

Per leggere l’articolo completo qui

Abstract: The article focuses on the liberalization of water services under European Union law and the protection of the human right to water at the EU level. It describes the legal framework of the so-called Services of General Economic Interest (SGEIs) in order to highlight the potential to enhance the protection of the right to water by means of secondary EU legislation. In particular, it shows paths of harmonization between the right to water and the EU internal market. First, it suggests ways to prevent possible normative conflicts by resorting to the exceptions that SGEIs enjoy vis-à-vis EU rules on competition, on internal market freedom and on public procurement. Second, it considers interpretative techniques to avoid conflicts between the obligations stemming from the right to water and those ensuing from some EU secondary provisions concerning the pricing of water services. Third, it attempts to establish systemic relation of priority between the right to water and the EU secondary legislation conflicting with this right. Finally, it provides a brief description of the ongoing revision of the Drinking Water Directive, which is aimed to enhance the fulfilment of the right to water in the EU. 

To read the full article here

image_pdfimage_print

facebooktwittergoogle_plusmailfacebooktwittergoogle_plusmail