Eurojus.it

Verso un nuovo diritto “fondamentale” in ambito UE: il diritto alla disconnessione digitale

Come è noto l’utilizzo sempre maggiore di strumenti digitali a scopi lavorativi, specie durante l’emergenza pandemica da Covid19, ha comportato la nascita di una cultura del “sempre connesso”, “sempre online” o “costantemente di guardia” che può andare a scapito dei diritti fondamentali dei lavoratori, tra cui una retribuzione equa, la limitazione dell’orario di lavoro e l’eq [...]

continua a leggere »

La grande corsa verso un modello di Intelligenza Artificiale affidabile: il Parlamento Europeo propone un nuovo regime di responsabilità civile

Per leggere l’articolo completo, clicca Qui.   To read the full article, click Here. [...]

continua a leggere »

Accordi tra Unione europea e Regno Unito: pubblicazione dei testi definitivi e approvazione del Parlamento europeo

Nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea del 30 aprile 2021 sono pubblicati i testi riveduti degli accordi tra l’Unione europea ed il Regno Unito – l’ “Accordo sugli scambi e la cooperazione”, l’ “Accordo sulla sicurezza delle informazioni” e l’ “Accordo sull’energia nucleare sicura” – preceduti da un “Avviso al lettore” ove si chiarisce che tali testi [...]

continua a leggere »

The remote voting between force majeure and procedural guarantees: EP’s leading initiative and other national examples. What changes and what remains

Abstract In the face of a health emergency of global proportions such as the COVID-19 contagion, even the institutional bodies risk inexorably stopping. In this sense, the EP’s initiative to hold the first and historic virtual plenary session is to be welcomed. At the same time, this has been able to avoid freezing parliamentary work and to continue to guarantee the democratic participation int [...]

continua a leggere »

Il Parlamento europeo ha votato: attivato l’art. 7, par. 1, TUE nei confronti dell’Ungheria

1. “Tanto tuonò che piovve”: il Parlamento europeo, nella plenaria dello scorso 12 settembre, ha deciso di attivare la procedura ex art. 7, par. 1, TUE nei confronti dell’Ungheria Un voto storico – si tratta della prima volta per il Parlamento europeo – che ha avuto, nei giorni immediatamente precedenti e successivi, grande risonanza mediatica (anche in Italia, ex multis v. qui e qui), [...]

continua a leggere »

Meccanismi elettivi e composizione del Parlamento europeo in vista della legislatura 2019-2024: quali prospettive?

1. In vista delle elezioni del Parlamento europeo del 2019, il Consiglio europeo ha pubblicato, in data 28 giugno 2018, una decisione relativa alla composizione del Parlamento europeo con riferimento alla legislatura 2019-2024, mentre in data 13 luglio 2018 il Consiglio dell’Unione europea ha altresì pubblicato una decisione relativa ai meccanismi elettivi concernenti le prossime elezioni. In [...]

continua a leggere »

La dichiarazione UE–Turchia sulla migrazione: un trattato concluso in violazione delle prerogative del Parlamento?

L’UE e la Turchia hanno recentemente adottato una Dichiarazione (nell’originale: EU-Turkey Statement; di seguito: Dichiarazione), in forza della quale la Grecia ha già espulso decine di migranti in posizione irregolare. La Dichiarazione è stata oggetto di numerose critiche (Chetail; Labayle and de Bruycker; Mandal; Peers; Roman). Si è espresso, in particolare, il timore che la Dichiarazione [...]

continua a leggere »

I nuovi equilibri tra potere esecutivo e legislativo nell’Unione europea: l’accordo interistituzionale “Legiferare meglio”

1. Introduzione Il 13 aprile 2016, con la firma dei Presidenti del Parlamento europeo, del Consiglio e della Commissione europea, è entrato in vigore il nuovo accordo interistituzionale “Legiferare meglio” (in seguito: AII o accordo). L’AII aggiorna il quadro normativo alle innovazioni introdotte dal Trattato di Lisbona, sostituendo il precedente accordo interistituzionale del 2003 – di [...]

continua a leggere »

Trasparenza vs. privacy: il diniego di accesso del Parlamento europeo alla documentazione concernente la rendicontazione delle indennità parlamentari

In uno scenario caratterizzato da un sempre maggior numero di istanze di accesso agli atti delle Istituzioni europee da parte del pubblico, assume rilievo il recente diniego del Parlamento europeo alla richiesta di accesso avanzata da un gruppo di giornalisti (provenienti da tutti gli Stati membri) ai documenti concernenti la rendicontazione delle modalità di spesa delle indennità parlamentari d [...]

continua a leggere »

La risoluzione del Parlamento europeo sul riconoscimento della Palestina

1. Con una votazione a larga maggioranza (498 voti favorevoli, 88 contrari, 111 astensioni e vari parlamentari volontariamente assenti al momento del voto) il 16 dicembre 2014 il Parlamento europeo ha approvato una risoluzione sul riconoscimento dello Stato di Palestina (“Palestine statehood”). In essa il Parlamento europeo, ricordando che il riconoscimento dello Stato di Palestina rientra nel [...]

continua a leggere »