Eurojus.it

Brexit: on passe enfin aux choses sérieuses ?

1. Introduction Depuis plusieurs années, les incertitudes quant au maintien de la participation du Royaume-Uni à l’Union européennes n’ont cessé de croître. Dans un premier temps, le gouvernement britannique avait mis en avant une exigence de rapatriement de certaines compétences. Cette revendication a été oubliée après qu’une large enquête conduite sous la responsabilité du gou [...]

continua a leggere »

Il Tribunale conferma la decisione della Commissione sull’iniziativa dei cittadini in merito al debito pubblico di Stati membri in stato di necessità

Con decisione del 6 settembre 2012, la Commissione aveva negato la registrazione dell’iniziativa dei cittadini europei (ICE), promossa da un greco (sig. Alexios Anagnostakis), intitolata «Un milione di firme per la solidarietà», avente lo scopo di far riconoscere nel diritto dell’Unione europea il principio dello «stato di necessità, in base al quale, quando l’esistenza finanziaria e po [...]

continua a leggere »

Il referendum greco del 5 luglio 2015: lo sguardo del giurista

1. L’oggetto del negoziato Aldilà del giudizio politico che ciascuno può avere riguardo agli aiuti finanziari chiesti dal governo greco sotto la guida di Alexīs Tsipras, l’andamento dei negoziati sull’erogazione di tali fondi – in particolar modo dal 30 giugno 2015, quando il governo annunciò che non poteva rimborsare 1 miliardo e mezzo di euro al Fondo monetario internazionale alla s [...]

continua a leggere »

Dialogo, ma con fermezza: la Corte di giustizia “salva” il programma OMT

1. Introduzione Con una recente e attesa sentenza (causa C-62/14, Gauweiler e altri c. Deutscher Bundestag), già oggetto di diversi commenti (su sidiblog, federalismi.it, eulawanalysis, europaeuslaw, verfassungsblog), la Corte di giustizia ha confermato la legittimità del programma OMT della Banca centrale europea, pronunciandosi nell’ambito del primo rinvio pregiudiziale del Tribunale costit [...]

continua a leggere »

La Relazione dei cinque Presidenti sul completamento dell’Unione economica e monetaria dell’Europa

Come sovente accade, i problemi contingenti (Grexit) hanno distolto l’attenzione da questioni più generali che pure ben potrebbero, se non risolvere quegli stessi problemi, quantomeno ostacolarne la riproposizione. Vero è, però, che la Relazione “Completare l’Unione economica e monetaria dell’Europa”, presentata il 22 giugno 2015 dai cinque Presidenti di Commissione, Consiglio europe [...]

continua a leggere »

Verso una migliore governance economica dell’eurozona? La Analytical Note dei “quattro presidenti”

Nel corso della riunione informale dei membri del Consiglio europeo tenutasi lo scorso 12 febbraio, il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker ha presentato una Analytical Note intitolata “Preparing for Next Steps on Better Economic Governance in the Euro Area”, contestualmente pubblicata sul sito internet della Commissione. Il documento, redatto dallo stesso Juncker in stret [...]

continua a leggere »

Un calabrone può trasformarsi in ape? Le conclusioni dell’Avvocato generale nel caso OMT

1. Premessa Il “discorso di Londra” pronunciato da Draghi nel luglio 2012 si apriva con una similitudine, politicamente meno incisiva del famoso whatever it takes e per questo meno conosciuta, ma ugualmente evocativa. Vale la pena ricordarla: “The euro is like a bumblebee. This is a mystery of nature because it shouldn’t fly but instead it does. So the euro was a bumblebee that flew very [...]

continua a leggere »

La BCE segue l’esempio di FED, Bank of England e Nippon Ginko: il Quantitative Easing approda anche nell’Eurozona

Il 16 gennaio scorso, lo stesso giorno in cui sono state pubblicate le conclusioni dell’A.G. Cruz Villalón nel caso Gauweiler et Alii c. Deutscher Bundestag – meglio noto come “programma OMT”- (cfr. S. Cafaro, Della legittimità del programma OMT della BCE, per ora… ovvero: le conclusioni dell’avvocato generale Cruz Villalón nel caso Gauweiler et alii c. Deutscher Bundestag, in www.s [...]

continua a leggere »

L’indipendentismo numismatico della Catalogna in violazione di obblighi imposti agli Stati membri dall’Unione europea

Il 19 settembre scorso – giorno in cui sono stati comunicati i risultati negativi del referendum sull’indipendenza della Scozia - il Parlamento della Catalogna, in sessione straordinaria, ha approvato una legge regionale, le cui disposizioni di fatto attribuiscono copertura legale alla convocazione di un referendum indipendentista, con voto inizialmente fissato per il prossimo 9 novembre. Il t [...]

continua a leggere »

Lituania diciannovesimo Stato dell’eurozona da gennaio 2015

Dopo la votazione favorevole del Parlamento europeo del 16 luglio 2014 (545 voti a favore, 116 voti contrari e 34 astensioni), con decisione del 23 luglio 2014, il Consiglio ha stabilito che la Lituania soddisfa le condizioni necessarie per l'adozione dell'euro e che, pertanto, la deroga nei suoi confronti – prevista dall'art. 4 dell'atto di adesione del 2003, è abrogata a partire dal prossimo [...]

continua a leggere »