Eurojus.it

Il caso Polisario. Una nuova condizione di accesso alla giustizia dei ricorrenti non privilegiati? Brevi riflessioni intorno al tema della “territorialità”

1. Introduzione Con la sentenza del 21 dicembre 2016, resa nel caso Consiglio c. Front Polisario (Causa C-104/16 P), la Corte di giustizia, riunita in Grande Sezione, ha annullato la sentenza del Tribunale del 10 dicembre 2015 (Causa T-512/12), dichiarando irricevibile il ricorso presentato dal Front Polisario e condannandolo alle spese. Il Tribunale aveva parzialmente annullato la decisione 2012 [...]

continua a leggere »

Anche la Corte di giustizia dell’Unione è tenuta al rispetto del principio della durata ragionevole del processo. Prima sentenza di condanna al risarcimento del danno per violazione commessa dal Tribunale

Depositata oggi la tanto attesa sentenza del Tribunale, nella causa Gascogne, in cui per la prima volta è stata accolta un’azione di responsabilità extracontrattuale dell’Unione per fatto del suo giudice, in ragione della violazione del principio della durata ragionevole del processo. Sancito dall’art. 47 della Carta dei diritti fondamentali, anche il giudice dell’Unione è infatti tenut [...]

continua a leggere »

Dall’Europa: la giustizia per le gare d’appalto è solo per chi ha una capacità economica e finanziaria adeguata

Dall’Europa: la giustizia per le gare d’appalto è solo per chi ha una capacità economica e finanziaria adeguata. Risulta essere questo il punto chiave della sentenza della Corte di giustizia sul contributo unificato pubblicata ieri sul sito della Corte (causa C-61/14 del 6 ottobre 2015, per una più esaustiva ricostruzione dei fatti di causa e delle conclusioni dell’avvocato generale, si [...]

continua a leggere »

Giudicato e diritto dell’Unione europea: un nuovo chiarimento dalla Corte di giustizia

Con la sentenza 10 luglio 2014 – resa su domanda di pronuncia pregiudiziale ex art. 267 TFUE formulata dal Consiglio di Stato italiano (causa C-213/13, Pizzarotti) –, la Corte di giustizia è tornata a pronunciarsi in tema di rapporti tra giudicato nazionale e ordinamento dell’Unione europea. Più precisamente, il giudice di Lussemburgo è stato chiamato a chiarire se il giudice nazion [...]

continua a leggere »