Eurojus.it

Aiuti di Stato e giudici nazionali nella bozza di nuova Comunicazione della Commissione: alcune riflessioni a prima lettura

La Commissione ha pubblicato, a fine gennaio 2021, la nuova bozza della Comunicazione relativa all’applicazione della normativa in materia di aiuti di Stato da parte dei giudici nazionali, che dovrebbe sostituire, di qui a breve, la precedente Comunicazione del 2009.  Il progetto della nuova Comunicazione - che tiene ovviamente conto anche della nuova giurisprudenza della Corte di giustizia, [...]

continua a leggere »

La Commissione pubblica l’APA con AstraZeneca: brevissime note a prima lettura del testo contrattuale

Il 29 gennaio 2021 – sulla scorta delle tensioni emerse nei giorni precedenti a causa dell’improvviso annuncio, da parte di AstraZeneca, di una cospicua riduzione delle forniture di vaccini “anti-Covid” – la Commissione europea ha deciso di rendere pubblico il APA - AstraZeneca con la società farmaceutica britannica che, in associazione con l’Università di Oxford, si era impegnata a [...]

continua a leggere »

Le dimissioni volontarie di un membro della Commissione europea alla luce del principio di indipendenza dell’istituzione: riflessioni a margine del caso Hogan

L’articolo, prendendo spunto dal c.d. Golfgate, che ha coinvolto l’ex commissario europeo al commercio Phil Hogan, esamina l'istituto delle dimissioni volontarie, ai sensi dell'art. 246 TFUE. Il lavoro, in particolare, si concentra sui casi in cui queste sono rassegnate per ragioni di responsabilità politica, con l'obiettivo di svolgere alcune considerazioni critiche sul principio di indipe [...]

continua a leggere »

Un colpo al cerchio e uno alla botte: il Tribunale conferma l’approccio della Commissione relativo al controllo ex art. 107 TFUE sui tax rulings ma annulla la decisione Apple

L’articolo analizza la sentenza del Tribunale della CGUE relativa al caso Repubblica d’Irlanda e Apple c. Commissione, cause riunite T-778/16 e T-892/16, del 15 luglio 2020. Sebbene nessuno dubiti che le riduzioni degli oneri fiscali concessi dagli Stati membri alle multinazionali possano costituire aiuti di Stato, nella particolare ipotesi delle decisioni fiscali anticipate, come quelle rela [...]

continua a leggere »

La prassi recente nel procedimento di nomina della Commissione europea

Abstract: L’art. 17, par. 7, TUE statuisce che tutti i membri della Commissione europea, compreso il presidente e l’Alto rappresentante per gli affari esteri e la sicurezza comune, debbano essere collettivamente sottoposti a un voto di approvazione del Parlamento europeo senza prospettare né che il presidente debba essere scelto tra i cd. Spitzenkandidaten né che i candidati commissari debba [...]

continua a leggere »

Il meccanismo di ricollocazione dei richiedenti asilo davanti alla Corte di giustizia: spunti di riflessione per il legislatore dell’Unione

L’articolo si propone di approfondire il processo di creazione e successiva attuazione delle decisioni sulla ricollocazione adottate dal Consiglio nel 2015, sulla base dell'articolo 78, paragrafo 3, del TFUE. Questi atti non legislativi hanno istituito un meccanismo temporaneo ed eccezionale per la ricollocazione dei richiedenti asilo dall'Italia e dalla Grecia verso altri Stati membri. L'artico [...]

continua a leggere »

Calcio spagnolo e aiuti di stato: un’altra sconfitta per la Commissione

1. Dopo la sentenza del Tribunale del 26/2/2019 (T-865/16) che ha annullato la decisione della Commissione sugli aiuti di Stato concessi al Barcellona, al Real Madrid, all’Atletico Osasuna e all’Atletic Club sotto forma di privilegio fiscale relativo all’imposta sulle società (Decisione (UE) 2016/2391) e la sentenza del 22/5/2019 (T-791/16) che ha annullato la decisione della Commissione su [...]

continua a leggere »

La Corte di giustizia conferma il potenziale della procedura d’infrazione ai fini di tutela della rule of law. Brevi riflessioni a margine della sentenza Commissione/Polonia (organizzazione tribunali ordinari)

Il contributo analizza, nel contesto della crisi dello Stato di diritto che interessa attualmente l’ordinamento polacco, la recente pronuncia resa dalla Corte di giustizia nella causa C-192/18 Commissione/Polonia, ad esito di una procedura d’infrazione avente ad oggetto la legge polacca di modifica dell’organizzazione dei tribunali ordinari. Dopo aver brevemente richiamato le iniziative int [...]

continua a leggere »

Il contrasto alla propaganda terroristica online nell’ambito dell’Unione europea: tutela attuale e prospettive future

L’Unione europea, prendendo atto della rapida diffusione di contenuti terroristici online, ha adottato una Proposta di Regolamento volta ad introdurre una disciplina armonizzata, diretta agli Stati membri e agli hosting provider, per arginare tale minaccia. La futura normativa si annuncia di notevole interesse, assumendo come base sia la Direttiva 2000/31, concernente il commercio elettronico e, [...]

continua a leggere »

Le conclusioni dell’Avvocato Generale Tanchev in Commissione / Polonia: preludio di una vittoria della Commissione europea nell’ambito della crisi dello Stato di diritto?

Abstract: Il presente scritto si focalizza sull'analisi delle conclusioni dell'Avvocato Generale Tanchev nella causa C-619/18 Commissione / Polonia (Indépendance de la Cour Suprême). Il caso ha origine da una procedura di infrazione avviata nei confronti della Polonia da parte della Commissione europea, la quale sostiene che l'abbassamento dell'età  di pensionamento dei magistrati di Cassaz [...]

continua a leggere »