Eurojus.it

Mandato d’arresto europeo e Brexit: la parola ai giudici di Lussemburgo

1. Approda alla Corte di giustizia un nuovo rinvio pregiudiziale in tema di mandato di arresto europeo che trae le proprie origini nel sisma normativo, politico e culturale prodotto dalla scelta, compiuta dal popolo britannico nel referendum del 23 giugno 2016, di porre fine all’appartenenza del Regno Unito all’Unione europea, secondo quanto previsto dall’art. 50 TUE. Il nocciolo duro di que [...]

continua a leggere »

Brevi note sulle conclusioni del primo accordo di recesso: Brexit deal

1. Premessa. Con un report congiunto tra i negoziatori di ambo le parti, l’8 dicembre 2017 si è conclusa positivamente la prima fase delle trattative per il recesso del Regno Unito dall’Unione europea. Nonostante il caveat di circostanza «nothing is agreed until everything is agreed», l’accordo raggiunto costituisce un importante passo in avanti nell’attuazione della procedura di cui a [...]

continua a leggere »

Il Consiglio adotta la decisione che autorizza l’avvio dei negoziati per la Brexit e le direttive di negoziato

Il Consiglio dell’Unione europea, riunito nella formazione Affari Generali, ha adottato oggi la decisione di autorizzazione all’apertura dei negoziati con il Regno Unito, ai sensi dell’art. 50 TUE, nominando la Commissione quale negoziatore. Il Consiglio ha, quindi, approvato le direttive per la negoziazione, con la precisazione saranno possibili successive modifiche o integrazioni delle ste [...]

continua a leggere »

Brexit: il “limbo legale” e il futuro incerto dei cittadini dell’Unione europea

  Il Regno Unito, in data 29 marzo 2017, ha notificato al Consiglio europeo la propria intenzione di recedere dall’Unione europea, dopo 44 anni dalla sua adesione. Così, per la prima volta, è stato dato avvio ai negoziati ex art. 50 TUE, rispettando la scadenza che il governo si era prefissato, nonostante in linea di principio non sussistesse alcun termine obbligatorio entro il quale avv [...]

continua a leggere »

Divorzio all’inglese – note sulla notifica del recesso dall’Ue ai sensi dell’art. 50 TUE

Il recesso del Regno Unito dall’Unione europea sembra ormai inevitabile, ma non è chiaro quando avrà luogo. La procedura sembra essersi incagliata: David Cameron ha dichiarato che sarà il suo successore, nominato in autunno, a notificare la richiesta di recesso dall’Unione: “before we do that we have to decide what kind of relationship we want Britain to have with the European Union.” L [...]

continua a leggere »