Eurojus.it

Recepite nove decisioni quadro e una decisione ex terzo pilastro. La pubblicazione dei primi decreti legislativi di attuazione in Gazzetta Ufficiale

La legge di delegazione europea 2014 (cfr. artt. 18-21) delegava il Governo alla trasposizione di ben dieci atti del vecchio terzo pilastro dell’Unione, specificamente nove decisioni quadro e una decisione (v. V. Leggio, in questa Rivista). I termini della delega – tutti assai stringenti (tre o, al massimo, sei mesi dall’entrata in vigore della legge di delega) per evitare di incorrere in pr [...]

continua a leggere »

Approvata la legge di delegazione europea 2014

A conclusione di un iter legislativo durato poco meno di cinque mesi, la Camera dei Deputati ha definitivamente approvato, lo scorso 2 luglio 2015, il disegno di legge di delegazione europea 2014 (non ancora pubblicato in Gazzetta Ufficiale), che era approdato al Senato il 5 febbraio 2015. La legge di delegazione europea costituisce, assieme alla legge europea, uno degli strumenti che consentono [...]

continua a leggere »

Governance macroeconomica, nuova gestione dei flussi migratori e contrasto ai foreign fighters: le priorità definite nella relazione programmatica 2015

Nell’ambito della riforma delle “norme generali sulla partecipazione dell'Italia alla formazione e all'attuazione della normativa e delle politiche dell'Unione europea” attuata, con legge 24 dicembre 2012, n. 234, al fine di rendere più puntuale e coerente la partecipazione del nostro Paese al procedimento normativo in seno all’Unione europea e l’adeguamento agli obblighi imposti dalla [...]

continua a leggere »

Adottato il decreto sulla modalita’ di redazione della tabella di corrispondenza relativa ai progetti di atti legislativi dell’ UE: possibili interrelazioni con la tabella di concordanza prevista all’art. 31 L 234/12

Nel quadro degli interventi che, a seguito della promulgazione della l. 234/12, sono volti a garantire una più efficace partecipazione dell’Italia alla formazione ed al recepimento del diritto dell’Unione europea, si inserisce anche il DPCM del 17 marzo scorso, che disciplina le modalità con cui le amministrazioni con competenza prevalente nella materia oggetto di regolamentazione/disciplina [...]

continua a leggere »