Quanto è profonda l’integrazione nell’ambito del mercato interno? La portata della libera circolazione dei servizi alla luce della sentenza Bonver Win


Il presente contributo prende le mosse dalla sentenza della Corte di giustizia nella causa Bonver Win, relativa alla fruizione di giochi d’azzardo in Repubblica Ceca da parte di clienti provenienti da altri Stati membri, per analizzare l’intensità dell’integrazione negativa realizzata nell’ambito del mercato interno, dalle origini della CEE fino ai giorni nostri. In particolare, sarà esaminata la dimensione normativa di tale integrazione, ossia il novero delle misure statali ritenute suscettibili di avere effetti sugli scambi transfrontalieri, e la sua dimensione materiale, ossia l’insieme delle situazioni considerate attinenti al commercio tra Stati membri. Sarà quindi valutato il contributo offerto dalla sentenza Bonver Win alla definizione della dimensione materiale e normativa della libera prestazione dei servizi nelle ipotesi di fruizione degli stessi da parte di beneficiari provenienti da altri Stati membri. Infine, sarà evidenziata la rilevanza dell’applicazione delle libertà fondamentali alle situazioni puramente interne agli Stati membri nell’ambito del dibattito sul Futuro dell’Europa.

Per leggere l’articolo completo, clicca Qui

 

Against the background of the European Court of Justice’s ruling in Bonver Win, concerning the provision of gambling services in the Czech Republic to customers from other Member States, this paper examines the intensity of negative integration in the context of the internal market, from the establishment of the EEC to the present day. Regard will be had to the normative dimension of negative integration, i.e. the range of state measures deemed suitable to affect cross-border trade, and the material dimension thereof, i.e. the range of situations regarded pertaining to cross-border trade. The paper will then assess the contribution of the judgment in Bonver Win to the definition of the normative and material dimension of the free movement of services, in the case of the provision of services to recipients from other Member States. Finally, the relevance of the application of fundamental freedoms to purely internal situations to the debate on the Future of Europe will be highlighted.

To read the full article, click Here

image_pdfimage_print

facebooktwittergoogle_plusmailfacebooktwittergoogle_plusmail