Quando una pronuncia in materia di protezione dei dati personali diventa l’occasione per ribadire il principio d’indipendenza della magistratura

La sentenza del 24 marzo 2022 della Corte di giustizia dell’Unione delimita un confine ben preciso alle competenze e ai poteri di controllo delle autorità garanti nazionali per la privacy. La pronuncia infatti sottrae alle autorità indipendenti ogni controllo circa l’attività svolta dalle autorità giurisdizionali interpretando estensivamente il disposto dell’art. 55 del Regolamento 679/2016 (GDPR) secondo il quale tali autorità non sono competenti a valutare il trattamento di dati personali effettuato dall’autorità giurisdizionale nell’esercizio delle loro funzioni.

Il presente contributo analizza le conseguenze dell’interpretazione dei giudici di Lussemburgo sia per quanto attiene i profili inerenti la protezione dei dati personali sia per quanto concerne le conseguenze inerenti il principio d’indipendenza degli organi deputati al controllo giurisdizionale negli Stati membri dell’Unione, ricostruendo brevemente la giurisprudenza applicabile ad una tematica alla quale la Corte di giustizia dell’Unione si è già rivelata particolarmente attenta.

Per leggere l’articolo completo, clicca Qui.

 

The judgment dated 24th March 2022 of the Court of Justice of the EU defines a very precise boundary to the competences and power’s control of the Privacy National Authorities. Indeed, the ruling deprives the independent authorities of any control over the activity carried out by the judicial authorities by extensively interpreting the provisions of Art. 55 of the Eu Reg. 679/2016 (GDPR) according to which these authorities are not competent to evaluate the processing of personal data carried out by the judicial authority in the exercise of their functions.

The present contribution aim to analyze the consequences of the Court’s interpretation both as regards to the profiles concerning the protection of personal data and for what concern the consequences directly applicable to the principle of independence of the bodies responsible for judicial review in the Member States of the Union, briefly reconstructing the case-law applicable to a subject to which the Court of Justice of the Union has already shown itself particularly alert.

To read the full article, click Here.

Print Friendly, PDF & Email

facebooktwittergoogle_plusmailfacebooktwittergoogle_plusmail