Procedure di infrazione: il rinnovato impegno del Governo italiano. La nomina del prof. Massimo Condinanzi


palazzo-chigi

Nel corso dell’audizione del Ministro per gli Affari Europei Vincenzo Amendola avanti alle commissioni riunite Politiche UE di Camera e Senato sulle linee programmatiche del suo dicastero, il Ministro ha così dichiarato, fra l’altro (trascrizione dal video pubblicato sul sito della Camera dei deputati): “Nel corso dell’ultimo anno le procedure di infrazione sono aumentate passando da 59 a. 81, di cui 71 riguardano casi di violazione del diritto dell’Unione e 10 attengono a casi di mancata trasposizione di direttive nel nostro ordinamento. Io credo che questo sia un punto decisivo e sia anche un impegno del Governo. Non a caso ho già predisposto un ricambio nella guida dell’ufficio infrazioni, richiamando il professor Condinanzi a guidare l’ufficio infrazioni, forte della sua esperienza in passato quando passammo da 139 infrazioni a 59″.

Al prof. Condinanzi che (sottolinea il Ministro nel comunicato Ansa) aveva già ricoperto l’incarico di “responsabile della struttura di missione per la risoluzione delle procedure di infrazione [...] raggiungendo ottimi risultati”, le più vive congratulazioni per il rinnovato, prestigioso incarico e i migliori auguri da Eurojus.

 

image_pdfimage_print

facebooktwittergoogle_plusmailfacebooktwittergoogle_plusmail