L’Unione europea e la better regulation: spunti di riflessione e prospettive future


Obiettivo del presente contributo è quello di offrire spunti di riflessione sulle novità, ma anche sugli elementi di criticità, che presenta il processo di graduale miglioramento della better regulation. Dopo aver verificato in quale misura possano essere individuate, all’interno dei Trattati istitutivi, basi giuridiche in grado di giustificare l’impegno delle istituzioni dell’Unione per il miglioramento della qualità regolatoria, sono stati esaminati gli aggiustamenti che, in funzione della better regulation, sono stati apportati al ciclo legislativo che viene condotto in seno alle istituzioni dell’Unione e i profili di novità riscontrabili nella Comunicazione della Commissione del 29 aprile 2021. Con riferimento a quest’ultima, uno specifico approfondimento è stato svolto con riguardo all’approccio one in, one out, che rappresenta uno dei principali strumenti di cui la Commissione intende avvalersi in funzione della semplificazione e della riduzione degli oneri collegati alla produzione legislativa. Le modifiche proposte rispetto agli strumenti già esistenti sono poi state valutate alla luce dell’esperienza regolatoria maturata nel contesto pandemico. Infine, sono state verificate le prospettive di ulteriore sviluppo che potranno eventualmente essere oggetto di dibattito nell’ambito del più ampio processo di riforma avviato con la convocazione della Conferenza sul futuro dell’Europa.

Per leggere l’articolo completo, clicca qui

The article aims at offering insights into the novelties and the problematic issues which the process of gradual improvement of the EU Better Regulation Agenda puts forward. After verifying to what extent – within the founding Treaties – legal bases can be identified as capable of justifying the commitment of the European Union institutions to improve regulatory quality, adjustments to the legislative cycle deriving by EU better regulation policy have been examined. Then, the recent changes introduced by the Communication from the Commission dated 29th April 2021 have been considered. With reference to the latter, a specific insight was carried out with regard to the “one in, one out” approach, which represents one of the main tools that the Commission is willing to use in order to simplify and reduce the costs associated with the legislative process. The proposed changes, with respect to the existing tools, were also evaluated in the light of the regulatory experience gained in the pandemic context. Finally, prospects for further development were verified within the field of a broader reform process launched with the convening of the Conference on the future of Europe.

To read the full article, click here

 

image_pdfimage_print

facebooktwittergoogle_plusmailfacebooktwittergoogle_plusmail