Le questioni territoriali post Brexit: Gibilterra e le basi militari di Akrotiri e Dhekelia a Cipro


 

Gli esiti del referendum del 2016 e quanto ne è seguito, fino al perfezionamento del recesso del Regno Unito dall’Unione europea, hanno prodotto conseguenze rilevanti rispetto a questioni territoriali e rivendicazioni di indipendenza che, almeno in parte, sembravano, se non superate, almeno sopite all’interno e al di fuori dell’isola britannica. Il presente contributo approfondisce gli aspetti giuridici delle controversie collegate ai territori che si trovano al di fuori dei confini del Regno Unito, ma pur sempre in Europa: la prima riguarda Gibilterra e la seconda le basi militari britanniche sul territorio di Cipro, rispettivamente, a Akrotiri e Dhekelia. Anche in questi casi entra in gioco il delicato e controverso tema della ricostruzione o meno di una frontiera fisica e, più in generale, assumono rilievo le conseguenze sulla mobilità delle persone, specialmente dei lavoratori transfrontalieri. Le soluzioni giuridiche rinvenute, per tentare di dare soluzione ai molti problemi insorti, sono contenute principalmente negli appositi Protocolli allegati all’Accordo di recesso e sono subordinate ad intese successive del Regno Unito, rispettivamente, con la Spagna e Cipro e alla loro effettiva applicazione. Nel complesso, in entrambi i casi, le lancette dell’orologio della storia si sono fermate e ora sembrano procedere al contrario.

Per leggere l’articolo completo, clicca Qui

The results of the 2016 referendum and what followed, up to the finalisation of the withdrawal of the United Kingdom from the European Union, have produced relevant consequences with respect to territorial issues and independence claims which, at least in part, seemed, if not overcome, at least dormant within and outside the British Isle. The present contribution investigates the legal aspects of disputes related to territories outside the borders of the United Kingdom, but still in Europe: the first one concerns Gibraltar and the second one the British military bases on the territory of Cyprus, respectively in Akrotiri and Dhekelia. In these cases, too, the delicate and controversial issue of whether or not to rebuild a physical border comes into play and, more generally, the consequences on the mobility of people, especially cross-border workers, are important. The legal solutions found, in an attempt to resolve the many problems that have arisen, are mainly contained in the Protocols annexed to the Withdrawal Agreement and are subject to subsequent understandings of the United Kingdom with Spain and Cyprus respectively and their effective implementation. Overall, in both cases, the hands of history have stopped and now seem to be moving backwards.

To read the full article, click Here

image_pdfimage_print

facebooktwittergoogle_plusmailfacebooktwittergoogle_plusmail