La sottrazione internazionale di minori: il difficile rapporto tra il regolamento Bruxelles II-bis e la convezione dell’Aja del 1996

Il contributo analizza la sentenza della Corte di giustizia del 24 marzo 2021 nel caso SS c. MCP (causa C-603/20 PPU), riguardante l’applicabilità dell’art. 10 del regolamento n. 2201/2003 in una fattispecie di sottrazione internazionale di minore verso un paese terzo.

La pronuncia affronta, sebbene non in modo compiutamente approfondito, il delicato tema del rapporto tra le fonti interne al sistema dell’Unione e le convenzioni internazionali, concludendo nel senso che la norma in questione trovi applicazione nelle sole ipotesi di sottrazione “intra UE”, diversamente da quanto sostenuto dall’Avvocato generale Rantos nelle sue conclusioni.

Per leggere l’articolo completo, clicca qui

The paper analyses the judgment of the Court of Justice of 24 March 2021 in the case SS v. MCP (Case C-603/20 PPU), concerning the possible application of Article 10 of Regulation No 2201/2003 in a case of international child abduction towards a non-EU Member State. The ruling addresses (albeit not extensively) the sensitive topic of the coordination between EU legal instruments and international conventions, concluding that the provision at issue applies only in “intra EU” child abduction cases, as opposed to the position taken by Advocate General Rantos in his opinion.

To read the full article, click here

image_pdfimage_print

facebooktwittergoogle_plusmailfacebooktwittergoogle_plusmail