Il procedimento pregiudiziale d’urgenza: un bilancio alla luce della più recente prassi applicativa


A partire dal 1° marzo 2008 il procedimento pregiudiziale d’urgenza (PPU) è stato introdotto tra gli strumenti di cui la Corte di giustizia dispone per casi rientranti nello Spazio di libertà, sicurezza e giustizia. Nel presente contributo, i tratti distintivi della procedura in questione vengono valutati alla luce della più recente prassi applicativa della Corte. Dall’indagine svolta emerge la continua tensione tra la necessità di assicurare il funzionamento in tempi rapidi del PPU e la necessità di garantire un’istruttoria adeguata che possa essere adatta anche per la trattazione di questioni complesse e di particolare rilevanza in funzione dello sviluppo del processo di integrazione.

 

Abstract (English)

As of 1 March 2008, the urgent preliminary ruling procedure has been introduced as one of the tools of the European Court of Justice (ECJ) for cases falling within the scope of the Area of Freedom, Security and Justice. This paper assesses the distinctive features of the procedure in the light of the most recent case law of the ECJ. In particular, the ECJ’s practice shows the continuous tension between the need to ensure a fast track procedure and the need to provide a proper inquiry that must be suitable even for cases of special relevance in the development of the integration process.

 

Per leggere l’articolo completo, clicca qui

image_pdfimage_print

facebooktwittergoogle_plusmailfacebooktwittergoogle_plusmail