Dall’investitore privato al debitore privato: l’evoluzione del modello di operatore economico in materia di aiuti di Stato

La recente giurisprudenza della Corte di giustizia ha consentito di delineare in chiave evolutiva la nozione di operatore economico in un’economia di mercato (MEOP). In un primo periodo, lo Stato è tradizionalmente parte attiva dei rapporti economici nella sua qualità di “investitore”, ossia di compratore o detentore di partecipazioni societarie di imprese strategiche. In un secondo periodo, è emerso un progressivo cambiamento dei rapporti individuando fattispecie da cui si evince una presenza dello Stato come “creditore”, mediante titoli di debito emessi o garantiti. In terzo luogo, l’evoluzione della nozione di MEOP ha avuto un passaggio fondamentale con la figura del venditore privato: si tratta di una posizione speculare a quella dell’investitore privato che individua la regola da applicare per la dismissione delle imprese (soprattutto banche) nelle quali lo Stato, in precedenza, ha effettuato un intervento come investitore. Da ultimo, la parabola del modello dell’operatore economico in un’economia di mercato ha avuto un quarto tentativo definitorio da parte della Corte di giustizia con la prima applicazione della figura del debitore privato che individua il criterio da seguire per le posizioni debitorie dello Stato nei confronti delle imprese titolari di rapporti contrattuali di lunga durata con lo Stato.

Per leggere l’intero articolo, clicca qui

The recent case law of the Court of Justice of the European Union has made it possible to outline the notion of market economy operator principle (MEOP) in an evolutionary key. Firstly, the State was traditionally an active player in economic relations in its capacity as an ‘investor’, i.e. as a buyer or holder of shares in strategic enterprises. Secondly, a progressive change in relations emerged, identifying cases in which the State was involved as a ‘creditor’, by means of debt securities issued or guaranteed. Thirdly, the evolution of the notion of MEOP had a fundamental transition with the position of the private seller: this is a specular position in relation to the private investor, which identifies the rule to be applied for the disinvestment of companies (especially banks) in which the State had previously participated as an investor. Lastly, the parabola of the economic operator model in a market economy had a fourth defining attempt by the European Court of Justice with the first application of the position of the private debtor. This last identifies the criterion to be followed for the State’s debt positions towards to the companies with a hold long-term contractual relations with the State.

To read the full article, click here

image_pdfimage_print

facebooktwittergoogle_plusmailfacebooktwittergoogle_plusmail