Eurojus.it

L’interpretazione e l’applicazione del regolamento Dublino III ai tempi della crisi: possibile prospettare nuovi scenari?

 1. L’avvocato generale Sharpston ha presentato giovedì 8 giugno le proprie conclusioni nelle cause C‑490/16 e C‑646/16.Esse riguardano rispettivamente le vicende di un cittadino siriano (AS) e di due famiglie afgane (famiglie Jafari), tutti giunti tra settembre 2015 e marzo 2016, attraverso la rotta dei Balcani occidentali, nell’Unione europea, ove hanno poi presentato domanda di prote [...]

continua a leggere »

Il Consiglio adotta la decisione che autorizza l’avvio dei negoziati per la Brexit e le direttive di negoziato

Il Consiglio dell’Unione europea, riunito nella formazione Affari Generali, ha adottato oggi la decisione di autorizzazione all’apertura dei negoziati con il Regno Unito, ai sensi dell’art. 50 TUE, nominando la Commissione quale negoziatore. Il Consiglio ha, quindi, approvato le direttive per la negoziazione, con la precisazione saranno possibili successive modifiche o integrazioni delle ste [...]

continua a leggere »

Raccomandazione di Decisione del Consiglio che autorizza la Commissione ad avviare negoziati con il Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord per concludere un accordo volto a definire le modalità del suo recesso dall’Unione europea

Pubblichiamo nel seguito la Raccomandazione di Decisione del Consiglio che autorizza la Commissione ad avviare negoziati con il Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord per concludere un accordo volto a definire le modalità del suo recesso dall'Unione europea, con il relativo allegato, pubblicata dalla Commissione il 3 maggio 2017. Il Consiglio dovrà adottare detta decisione nel prossimo [...]

continua a leggere »

La BEI, la Brexit e l’Italia*

Le seguenti considerazioni intendono riassumere due aspetti della “Brexit” che interessano in modo particolare l’Italia, tenuto conto che l’uscita del Regno Unito dalla BEI non rappresenterà un aspetto secondario della negoziazione che le Parti contraenti avvieranno per giungere ad un equo accordo di recesso. Occorre in primo luogo richiamare l’attenzione sul fatto che gli effetti dell [...]

continua a leggere »

Emanate le norme di attuazione della convenzione di assistenza giudiziaria in materia penale del 29 maggio 2000: quali margini operativi in vista dell’(imminente) trasposizione della direttiva sull’ordine europeo di indagine?

Il Governo italiano, con il d. lgs. 5 aprile 2017, n. 52, ha emanato - in esecuzione della delega contenuta nella legge 21 luglio 2016, n. 149 – le norme di attuazione della convenzione relativa all’assistenza giudiziaria in materia penale tra gli Stati membri dell’Unione europea del 29 maggio 2000(meglio nota come “Convenzione di Bruxelles del 2000” o “Convenzione M.A.P”). La rat [...]

continua a leggere »

Orientamenti adottati dal Consiglio europeo a seguito della notifica del Regno Unito a norma dell’art. 50 TUE

Si pubblicano gli orientamenti adottati dal Consiglio europeo nella riunione straordinaria del 29 aprile 2017 a seguito della notifica del Regno Unito a norma dell'articolo 50 del TUE. [...]

continua a leggere »

Brexit: il Parlamento e il Consiglio europeo verso i negoziati

In data 5 aprile 2017, il Parlamento europeo ha adottato a larga maggioranza (con 516 voti favorevoli e 133 voti contrari) la Risoluzione del Parlamento europeo sui negoziati con il Regno Unito a seguito della notifica della sua intenzione di recedere dall'Unione europea (2017/2593(RSP)) . La Risoluzione in esame rappresenta la posizione del Parlamento europeo per gli orientamenti che verranno [...]

continua a leggere »

A proposito del “disco verde” dato dall’Accademia della Crusca all’aggettivo unionale

Lo scorso 28 marzo, cogliendo l’occasione del sessantesimo anniversario dei Trattati di Roma, l’Accademia della Crusca ha voluto pronunciarsi (dando il via libera) sull’uso del termine unionale quale aggettivo relazionale derivato da dell’Unione, da molti contrastato (v. contributo già pubblicato sulla rivista Eurojus, 1.6.2015) e, ciononostante, utilizzato sempre più spesso dalle stesse [...]

continua a leggere »

Lettera di notifica della volontà del Regno Unito di recedere dall’Unione europea, recapitata dal governo britannico al Presidente del Consiglio europeo ex art. 50 TUE

A qualche giorno di distanza dalla “Dichiarazione di Roma” (25 marzo), il Governo del Regno Unito avvia la procedura prevista dall’art. 50 TUE. Pubblichiamo la lettera del Primo ministro di quel Governo al Presidente del Consiglio europeo: tale atto rappresenta non solo la prima volta in cui si ricorre a tale procedimento, ma anche un momento storico nel diritto dell’Unione europea. Rifl [...]

continua a leggere »

Opposizione a decreto penale di condanna e rimessione in termini: compatibilità con il diritto all’informazione nei procedimenti penali

Con sentenza del 22 marzo 2017 (Tranca e a.), a seguito della proposizione di tre domande di pronuncia pregiudiziale da parte di altrettanti giudici tedeschi, la Corte di giustizia è tornata a pronunciarsi sull’interpretazione della direttiva 2012/13/UE sul diritto all’informazione nei procedimenti penali. I giudici del Lussemburgo avevano, infatti, già avuto occasione di intervenire sull’ [...]

continua a leggere »