Eurojus.it

Gli accordi commerciali e di cooperazione tra l’Unione europea e il Regno Unito: brevi analisi settore per settore 

Come anticipato in occasione della comunicazione in merito alla pubblicazione, in versione italiana, degli accordi tra l’Unione europea e il Regno Unito, lo scorso 31 dicembre, Eurojus pubblica raccolta di segnalazioni che si propongono di offrire una breve analisi sulle principali materie disciplinate dagli accordi, in attesa dell’approvazione degli stessi da parte del Parlamento europeo. [...]

continua a leggere »

Gli aspetti formali e istituzionali

La complessiva intesa fra l’Unione europea (UE) e la Comunità europea dell’energia atomica (Euratom) e il Regno Unito, concernente il futuro delle loro relazioni e raggiunta alla Vigilia del Natale 2020 – da cui il titolo «Hallelujah! It’s A Merry Brexmas», utilizzato dal Daily Mail e frutto della sincrasi di Brexit con Christmas – comprende tre strumenti principali: in primo luogo,l [...]

continua a leggere »

La disciplina della circolazione di merci

Come ben evidenziato già dai primi commenti in dottrina (cfr. S. Peers, Analysis 2 of the Brexit deal: EU/UK Trade and Cooperation Agreement – overview, in EU Law Analysis), riguardo alla circolazione delle merci l’accordo sugli scambi commerciali tra l’UE e il Regno Unito poggia su tre pilastri: l’assenza di dazi doganali e di restrizioni quantitative (art. GOODS.5) – se non, quanto a [...]

continua a leggere »

La disciplina dei servizi

Con il 1° gennaio 2021 è entrato ufficialmente in vigore, seppure in forma provvisoria in attesa del “via libera” da parte, prima, del Parlamento e, poi, del Consiglio dell’Unione europea, l’Accordo sugli scambi commerciali e la cooperazione tra il Regno Unito (a tutti gli effetti da considerarsi un paese terzo) e l’Unione europea, funzionale a regolare i relativi rapporti bilaterali. [...]

continua a leggere »

La disciplina delle sovvenzioni

La questione circa il controllo (o assenza di controllo) sugli aiuti di Stato è stata al centro delle negoziazioni tra Unione europea e Regno Unito nel corso dell’ultimo anno, fino a essere dibattuta ferocemente da ambo le parti. Le posizioni, infatti, non potevano essere più divergenti. Per quanto riguarda il punto di vista europeo, l’Unione europea, sin dal giugno 2016, subito dopo il risu [...]

continua a leggere »

La disciplina dei trasporti

L’idea stessa di “comunità”, di “unione”, ha un senso soltanto se coloro che ne fanno parte possono coltivare l’ambizione di incontrarsi, scambiarsi beni e prestarsi reciprocamente servizi. I trasporti sono, per questo motivo, funzionali, di certo strettamente connessi, all’esercizio delle libertà fondamentali sancite dai trattati. Al contempo essi, agevolando il flusso degli scamb [...]

continua a leggere »

La disciplina della circolazione delle persone e il coordinamento dei meccanismi di sicurezza sociale

Premessa Con l’Accordo sugli scambi commerciali e sulla cooperazione tra Unione europea e Regno Unito (di seguito, Christmas Eve Agreement o Accordo), raggiunto la vigilia di Natale del 2020 e provvisoriamente in vigore da inizio gennaio 2021, si è concluso il periodo di transizione introdotto dall’Accordo di recesso al fine di rendere meno traumatiche le conseguenze dell’uscita del Regno [...]

continua a leggere »

La disciplina della pesca

All’esito dei negoziati volti a regolare i futuri rapporti tra l’Unione europea e il Regno Unito, anche la pesca è stata inserita fra i settori disciplinati nell’Accordo sugli scambi e la cooperazione, nonostante le posizioni delle Parti sul “dossier pesca” avessero via via complicato una trattativa parsa invero sin dall’inizio decisamente complessa. Mentre infatti per il Regno Unito [...]

continua a leggere »

La disciplina della cooperazione giudiziaria penale

Nonostante i timori della vigilia, può oggi affermarsi che il 1° gennaio 2021 non abbiamo assistito, almeno in materia penale, ad una vera e propria Brexit giudiziaria, con il conseguente paventato ritorno agli ultrasessantennali strumenti del Consiglio d’Europa. Occorre ricordare che l’art. 62 dell’accordo sul recesso del 24 gennaio 2020 aveva dettato la disciplina vigente nel corso del [...]

continua a leggere »

La disciplina della risoluzione delle controversie

Introduzione Nella prassi attuale, gli accordi di natura commerciale e sulla cooperazione economica prevedono sempre e con grado crescente di dettaglio una disciplina specifica dedicata alla risoluzione delle controversie tra le Parti. Uno degli esempi più studiati è l’Understanding on rules and procedures governing the settlement of disputes nell’ambito degli accordi dell’Organizzazione [...]

continua a leggere »