Eurojus.it

Adempimento degli obblighi europei e potere sostitutivo dello Stato: un primo bilancio circa l’attuazione dell’art. 41 della legge n. 234 del 2012

L’articolo mira a verificare l’evoluzione normativa e la prassi di applicazione dell’istituto del potere sostitutivo statale per l’adempimento degli obblighi europei. In particolare esso si sofferma sulla disciplina dettata dall’art. 41 della legge n. 234/2012, anche alla luce delle modifiche ad esso apportate dalla legge di stabilità del 2016, evidenziando l’opportunità di una speci [...]

continua a leggere »

Information sharing of data related to cross border movement: travellers’ and migrants data protection

According to the current regulatory framework, three systems govern the data acquisition, the data retention and the information sharing related to the third-country citizens, travellers and migrants. First, the Schengen Information System (SIS) aims at ensuring a high level of security within the AFSJ through the sharing of a broad spectrum of alerts on persons (Eu and third-country citizens). Se [...]

continua a leggere »

The remote voting between force majeure and procedural guarantees: EP’s leading initiative and other national examples. What changes and what remains

Abstract In the face of a health emergency of global proportions such as the COVID-19 contagion, even the institutional bodies risk inexorably stopping. In this sense, the EP’s initiative to hold the first and historic virtual plenary session is to be welcomed. At the same time, this has been able to avoid freezing parliamentary work and to continue to guarantee the democratic participation int [...]

continua a leggere »

Deroghe, eccezioni e urgenza d’intervento: il processo decisionale nell’emergenza sanitaria

Il contributo analizza i molteplici meccanismi utilizzati dall’Unione europea al fine di rispondere all’esigenza di tempestività imposta dall’emergenza sanitaria, in mancanza di procedure d’urgenza codificate. In particolare, il contributo si sofferma sulle modifiche verificatesi nella prassi decisionale con riguardo al coinvolgimento dei Parlamenti nazionali e dei meccanismi di voto di P [...]

continua a leggere »

EU private international law and agreements as to succession in married and unmarried couples

Abstract L’Unione europea ha cercato di raggiungere l’armonizzazione del diritto internazionale privato in materia di successioni ed in materia di rapporti patrimoniali fra coniugi o partner rispettivamente tramite il regolamento 650/2012 ed i regolamenti 2016/1103 e 2016/1104. Il presente contributo affronta i problemi legati alla sovrapposizione e all’applicazione combinata delle due dive [...]

continua a leggere »

The German Federal Court and its first ultra vires review: a critique and a preliminary assessment of its consequences

Il saggio esamina la sentenza della Corte Federale tedesca del 5 maggio 2020 che riguarda il programma di acquisto di attività del settore pubblico sui mercati secondari (PSPP), la cui validità è stata confermata dalla Corte di Giustizia europea nel rinvio pregiudiziale relativo alla causa Weiss (C-493/17). Nonostante ci sia stato un crescendo nelle sentenze del BundesVerfGericht (BVerfG) con r [...]

continua a leggere »

Azioni positive e trasformazioni sociali: riflettere sullo sfondo del caso C– 450/18, WA c. Instituto Nacional de la Seguridad Social.

Abstract   Il diritto antidiscriminatorio è la primigenia essenza della dimensione sociale europea sebbene in una veste ancillare alla costruzione del mercato interno. Dopo un focus ristretto alle disparità di genere nel contesto occupazionale, è oggi un complesso ampio, variegato e moderno costituito da disposizioni hard e soft law accompagnate da una consolidata giurisprudenza. L [...]

continua a leggere »

L’“insostenibile leggerezza” del sindacato giurisdizionale sulle decisioni di politica monetaria della BCE

La sentenza pronunciata il 5 maggio 2020 dalla Corte costituzionale federale tedesca (BVerfG) nella causa Weiss solleva numerose criticità, oggetto nelle settimane scorse di numerosi commenti critici, sotto il profilo della sua compatibilità con il diritto dell’Unione. Il breve commento che segue concerne un profilo della pronuncia meno dibattuto in questi giorni: come rilevato dal BVerfG, l [...]

continua a leggere »

Regolamento europeo e-evidence. Deficitario dal punto di vista dello stato di diritto, superato dalla realtà e a lungo termine in contrasto con gli interessi europei

A livello europeo è in discussione una proposta relativa al c.d. regolamento E-Evidence, che mira ad avviare un radicale cambio di paradigma rispetto all’accesso transfrontaliero ai dati salvati nel c.d. cloud. Il contributo si pone nel coro delle voci critiche, invocando una revisione della proposta di regolamento volta a renderla conforme ai requisiti costituzionali minimi dell’Unione europ [...]

continua a leggere »

Le “relazioni pericolose” tra informazione ai consumatori, autodeterminazione dei popoli e occupazione ostile nella sentenza Psagot della Corte di Giustizia

Abstract Nella pronuncia Organisation juive européenne et Vignoble Psagot, adottata su rinvio pregiudiziale del Consiglio di Stato francese, la Corte stabilisce che i prodotti alimentari provenienti dai c.d. territori occupati (es. Cisgiordania) non possono essere considerati originari di Israele, ma, al contrario, devono recare in etichetta l’indicazione del loro effettivo territorio d’orig [...]

continua a leggere »