Eurojus.it
 
I più letti del mese

Il Parlamento europeo ha votato: attivat

1. “Tanto tuonò che piovve”: il Parlamento europeo, nella plenaria dello scorso 12 settembre, ha deciso di attivare la procedura ex art. 7, par. 1, TUE nei confronti dell’Ungheria Un voto storico – si

Aprile - Giugno
2018
5.2
Aprile - Giugno 2018 | 5.2

Il Protocollo 16 in vigore dal 1° agosto 2018: una nuova ipotesi di forum shopping tra le corti?

Introduzione Lo scorso 12 aprile la Francia ha depositato il proprio strumento di ratifica presso il Segretariato Generale del Consiglio d’Europa, consentendo l’entrata in vigore del Protocollo n. 16 al 1° agosto 2018. L’art. 8 del Protocollo, infatti, stabilisce che esso entrerà in vigore il primo giorno del mese successivo ai tre che seguono la […]

Un nuovo rinvio pregiudiziale sul mandato d’arresto europeo: quale rapporto tra esecuzione e rispetto dei valori fondamentali dell’Unione?

1. Lo stesso giorno (il 12 marzo 2018) in cui la Supreme Court of Ireland ha chiesto alla Corte di giustizia di pronunciarsi sul delicato binomio Brexit – mandato d’arresto europeo (nel prosieguo: MAE; v., per un primo commento, D. Giraldin, in questa Rivista), un altro giudice irlandese – la High Court – ha deciso […]

Giurisprudenza di Diritto dell’Unione Europea – Casi Scelti – seconda edizione

Con questa seconda edizione, aggiornata al 9 gennaio 2018, la Raccolta di casi scelti di diritto dell’Unione europea si rinnova nei contenuti, nella forma, nella presentazione e collaborazione. Si vuole così mantenere l’impegno del costante aggiornamento, affinché la Raccolta sia utile e fruibile da parte di tutti coloro che l’hanno finora consultata e la consulteranno. […]

L’integrazione europea sessant’anni dopo i Trattati di Roma

Il volume contiene gli interventi e le relazioni tenute in occasione del convegno «L’integrazione europea sessant’anni dopo i Trattati di Roma», svoltosi il 16 aprile 2016 presso l’Università degli Studi di Milano, con l’aggiunta di un’appendice di documentazione relativa alla ratifica ed esecuzione dei Trattati nel nostro Paese. Le relazioni ricostruiscono il percorso evolutivo del […]

Libertà di stabilimento e restrizioni alle trasformazioni internazionali “in uscita”: il caso Polbud

1. Premessa. La libertà di stabilimento nel diritto e nella giurisprudenza dell’Unione europea. Come noto, i Trattati istitutivi pongono tra gli obiettivi dell’integrazione europea la realizzazione di un mercato interno nel quale sia «assicurata la libera circolazione delle merci, delle persone, dei servizi e dei capitali» (art. 26 TFUE). Per ciò che attiene l’iniziativa economica […]